Fusione per incorporazione Confidicoop Marche – Confidi Ancona

FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI CONFIDI ANCONA IN CONFIDICOOP MARCHE

INTERSETTORIALITA’ E PROSSIMITA’ AL TERRITORIO A SOSTEGNO DELLE PMI

 goffi-marsigliani-mariani-confidicoop-marche

Si è tenuta Mercoledì 26 Ottobre 2016 l’assemblea straordinaria dei soci di Confidicoop Marche che ha deliberato positivamente il progetto di fusione per incorporazione di Confidi Ancona che, a sua volta, aveva dato il via libera all’operazione con assemblea straordinaria dei soci del 24 Ottobre 2016.

Confidi Ancona è il Confidi di riferimento di Confindustria Ancona ed uno dei primi Confidi ad essere stato costituito in Italia e nelle Marche dando anche l’impulso alla nascita di altri Confidi industriali a livello nazionale.

L’incorporazione di un confidi industriale storico quale Confidi Ancona – che è sempre stato un punto di riferimento importante per le piccole e medie imprese industriali della Provincia di Ancona – rafforza la vocazione intersettoriale di Confidicoop Marche e permette di raggiungere, al 30 settembre 2016, un volume di garanzie all’interno del Sistema superiore a 109 milioni a cui corrispondono 290 milioni di finanziamenti che riguardano complessivamente le operazioni a favore dei 2.280 soci.

“Il progetto di fusione per incorporazione di Confidi Ancona rappresenta per Confidicoop Marche – spiega il presidente Graziano Mariani – la concreta attuazione della policy strategica, nell’attuale contesto macro-economico e nel mercato Marchigiano, di arrivare ad una crescente diversificazione del rischio a livello geografico, settoriale e per istituti di credito, estendendo l’intervento storico nell’agricoltura e nella cooperazione ad un settore economico strategico quale l’industria, per i quali, assieme all’intervento nel settore terziario (commercio, servizi e turismo), il  Confidicoop Marche si pone come riferimento nella Regione Marche e nelle regioni limitrofe. Il valore aggiunto del progetto di fusione per incorporazione del Confidi Ancona consiste nel consolidamento a livello strategico dell’intervento di Confidicoop nel settore industriale, la cui presenza si è rafforzata, negli ultimi anni, anche grazie alla precedente costituzione della Rete per la gestione del Fondo POR-FESR Marche e all’accordo di controgaranzia con gli stessi confidi aderenti alla rete, tra cui Confidi Ancona.

 “L’opportunità aggregativa con il Confidi Ancona, che consideriamo uno dei Confidi più rappresentativi per il settore industria nelle Marche, sottolinea il direttore di Confidicoop Marche Lanfranco Marsigliani, rappresenta una soluzione privilegiata per soddisfare l’esigenza di mantenere le nuove dimensioni richieste dalla Banca d’Italia che, nel mese di Luglio 2016, ha iscritto Confidicoop Marche nel nuovo Albo degli Intermediari finanziari Vigilati di cui all’art. 106 del Testo Unico Bancario. Inoltre, l’operazione di fusione per incorporazione di Confidi Ancona consente un incremento graduale e sostenibile dell’attività di garanzia, in ottica attuale e prospettica, grazie sia alla buona qualità del credito acquisita per effetto della fusione e la cui copertura risulta adeguata ai criteri di Confidicoop oltre che al grado di rischio sottostante l’attività svolta dalla società incorporanda, sia grazie alla forte solidità patrimoniale e  finanziaria della società incorporante. E’ stata così avviata una politica di aggregazione con altri operatori di minore dimensione che consentirà di mantenere, nei tempi prescritti dalla Normativa di riferimento, l’obiettivo dei 150 milioni del volume di attività finanziaria e di consolidarlo nel tempo”.

Per il presidente di Confidi Ancona, Gennaro Pieralisi, “l’aggregazione mediante fusione per incorporazione in Confidicoop Marche è un importante risultato per il Confidi Ancona che, nei suoi 43 anni di vita, ha sempre svolto la sua opera a sostegno delle imprese con fondi propri derivanti dallo svolgimento dell’attività di concessione di garanzia e senza il sostegno di contributi pubblici ad eccezione del supporto della Camera di Commercio di Ancona. Negli ultimi anni, a causa della lunga crisi economica, abbiamo assistito al deterioramento dell’intero sistema finanziario e, in particolare, nel nostro territorio, alla crisi ormai nota della Banca delle Marche. Come conseguenza di tale crisi, il nostro Confidi, che ha come principali partner, nella concessione delle garanzie, le banche del territorio, ha visto assottigliarsi il proprio patrimonio. A fronte di tale situazione, per non perdere il patrimonio più importante, costituito dai soci aderenti al Confidi e costruito nel corso del tempo, si è deciso di realizzare l’operazione di fusione con Confidicoop Marche. Con il completamento di questo processo, infatti, si potrà migliorare l’accesso al credito e aumentare la capacità di concessione della garanzia a favore delle PMI del territorio ed in particolare delle aziende socie del Confidi Ancona: è questo l’obiettivo primario”.

L’operazione di fusione per incorporazione di Confidi Ancona in Confidicoop Marche rafforza e consolida il sostegno dell’attività di garanzia a favore dei propri associati del settore industriale e si affianca a quello da sempre rivolto a tutti gli associati dei diversi settori dell’economia Marchigiana; con tale operazione, il mondo imprenditoriale e il sistema bancario beneficeranno di un soggetto unitario, forte, solido e dinamico.

Intersettorialità, sostenibilità e prossimità al territorio e alle reali esigenze delle PMI socie, queste le parole chiave che hanno guidato il progetto di fusione e guideranno il percorso post-fusione.

CONFIDICOOP MARCHE

Via Sandro Totti, 10 - 60131 - Ancona

Edificio n. 4 - I piano

Informativa Privacy e Cookies

info@confidicoopmarche.it
confidicoopmarche@legalmail.it
Tel. 071.2866829 / 071.2864496
Fax 071.2911069
CF e PI 02000860425

Powered by
SIXTEMA Spa